Isterosalpingografia. Ne avete mai sentito parlare?

INEBIR-02-ernestovillalba-1156

Ci sono terminologie mediche che appaiono inevitabilmente complesse. La lingua italiana, è ricca di sfaccettature. E per questo può diventare ancor più criptica alle orecchie di un pubblico che non “mastica” un vocabolario scientifico.

L’Isterosalpingografia, ad esempio, pur essendo uno degli esami tipici per le donne che eseguono accertamenti riguardanti l’infertilità, è appunto una di queste nomenclature.

Hýsteros (ὕστερος), “posteriore”, “che viene dopo”, salpinx (σάλπιγξ) “tuba” (riferimento alle “Tube di Falloppio”, i canali che collegano l’utero alle ovaie), grafìa (γραϕία, der. di γράϕω), “scrivere”.

Etimologia (guarda caso) che deriva, come sovente accade, dal greco antico.

Ne parlo, perchè è tra le indagini principali che permettono a un ginecologo come me, specializzato nella fisiopatologia della riproduzione umana, di ottenere informazioni sulla morfologia dell’apparato genitale femminile. Nella diagnosi differenziale delle cause di ipofertilità assume un’importanza fondamentale. Continua a leggere “Isterosalpingografia. Ne avete mai sentito parlare?”