Fertilità e salute generale: qual è la relazione?

christopher-campbell-kFCdfLbu6zA-unsplash

Non importa se tu voglia o meno essere genitore, la fertilità è un importante indicatore della tua salute generale. La valutazione ormonale, del ciclo mestruale e degli organi riproduttivi possono aiutarti a capire il tuo corpo e il tuo benessere generale.

Quando inizi ad informarti sulla fertilità, probabilmente sentirai parlare spesso dell’FSH. L’FSH sta per ormone follicolo-stimolante, ed è responsabile della crescita dei follicoli ovarici (le strutture cellulari che ospitano gli ovociti). Questi follicoli producono sia estrogeni che progesterone (insieme ad altri ormoni) nelle ovaie, regolando il ciclo mestruale. Controllare i tuoi livelli di FSH (attraverso un prelievo di sangue) ti fornirà informazioni sulla tua fertilità e sul funzionamento della ghiandola pituitaria (ipofisi).

Situata alla base del cervello, la ghiandola pituitaria controlla le funzioni di altre ghiandole e produce ormoni che influenzano la crescita. Proprio per questa funzione di controllo è anche definita “ghiandola maestra“. I tuoi livelli di FSH danno a te e ai tuoi medici informazioni su eventuali disturbi dell’ipofisi o squilibri ormonali. Diversi sono i fattori che possono avere un impatto sui tuoi ormoni, come ad esempio lo stress ed essere gravemente sottopeso. Se riscontri vampate di calore, sudorazioni notturne, sbalzi d’umore estremi o difficoltà a dormire durante la notte, potresti riscontrare uno squilibrio ormonale, come i cambiamenti nei livelli di progesterone e quelli di LH, ossitocina, testosterone, cortisolo, leptina, estrogeni e ormoni tiroidei.

Anche la tiroide può avere un impatto sulla tua fertilità e sulla tua salute generale. La tiroide è implicata in quasi tutti i processi metabolici del corpo. I disturbi della tiroide possono essere diversi e vanno da una ghiandola ingrossata che non ha bisogno di cure al cancro. Alti livelli dell’ormone tiroideo T4 provocano l’ipertiroidismo. Sul rovescio della medaglia, l’ipotiroidismo si verifica quando ci sono bassi livelli di T4. L’ipotiroidismo può presentarsi con un’ampia varietà di sintomi, alcuni dei quali assomigliano anche ai primi sintomi di gravidanza. Questi sintomi includono affaticamento, debolezza, aumento di peso o difficoltà a perdere peso, perdita di capelli, stitichezza, perdita di memoria e persino irritabilità. Con l’ipotiroidismo, si potrebbe anche notare un ciclo mestruale irregolare e senza ovulazione – un evento noto come un ciclo anovulatorio. Durante un ciclo anovulatorio, potrebbero esserci livelli insufficienti di progesterone, che causano una mestruazione abbondante ma senza una vera e propria ovulazione.

Anche irregolarità o cambiamenti nel ciclo mestruale possono indicare problemi di salute. Prestare attenzione a questi cambiamenti può indurti a individuare qualcosa di potenzialmente anomalo. Il tuo ciclo potrebbe non essere di 30 giorni (o 28 giorni). Se inizi a notare che le mestruazioni arrivano in giorni inattesi (o non arrivano affatto), ciò potrebbe essere un’indicazione di eventuali disordini. Un ciclo irregolare potrebbe essere un segnale di avvertimento per la sindrome dell’ovaio policistico (PCOS). La menorragia, ossia un flusso mestruale aumentato, che dura più di una settimana, può essere un sintomo della PCOS, così come la crescita eccessiva dei peli sul viso, sul torace e sulla schiena. Oltre alle possibili complicanze per la fertilità, la PCOS può aumentare il rischio di malattie cardiache, diabete e cancro dell’endometrio.

Il tuo ciclo può offrire anche altre indicazioni sullo stato della tua salute. Se notate perdite di sangue tra un ciclo e l’altro, non fatevi prendere dal panico. Potrebbe non significare nulla – o, potrebbe indicare un’infezione. Le perdite, nella peggiore delle ipotesi, potrebbero anche essere un segno di cancro uterino o cancro cervicale. Mentre presti attenzione al sangue mestruale, assicurati di analizzarne il colore e l’odore e di individuare eventuali modifiche. Se il sangue mestruale ha un odore più forte del solito, specialmente se simile a quello del pesce, o se è acquoso ciò potrebbe essere il segno di un’infezione. I crampi sono normali, ma non dovrebbero essere troppo dolorosi; se non riesci a trovare sollievo nemmeno con farmaci antidolorifici da banco e con una borsa di acqua calda, potresti avere a che fare con qualcosa di serio, come l’endometriosi. Se avverti dei crampi quando non stai sanguinando o nel bel mezzo del ciclo, questo può anche indicare cisti ovariche. Le cisti ovariche sono sacche piene di liquido o che si sviluppano sulla superficie o all’interno del tuo ovaio. Non è raro avere le cisti, ma se si rompono possono causare dolore. Le cisti che si sviluppano dopo la menopausa possono anche essere cancerose.

In definitiva: essere fertile non significa necessariamente che tu sia sano. Detto questo, capire la tua fertilità può essere uno strumento in più per capire la tua salute e il tuo corpo. Anche se non hai intenzione di avere figli, è sempre una buona idea fare un controllo della tua fertilità. Se hai intenzione di controllare la tua salute riproduttiva, il Centro di Riproduzione Assistita e Ginecologia Criagyn può aiutarti a trovare più risposte sui tuoi livelli ormonali e sulla tua riserva ovarica. Ogni pezzo del puzzle della salute può aiutarti a vivere una vita più sana.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...